Coaching

Checklist del narcisista

Anche se il termine ha assunto oramai connotazioni negative, iniziamo col dire che c’è un narcisismo “sano” e c’è un narcisismo “patologico”. Tutte le persone che si vogliono bene, solitamente realizzate nella vita pubblica e/o privata, sono fondamentalmente dei narcisisti. Ma questo non vuol dire che siano dei narcisisti patologici, cioè totalmente incapaci di vivere una relazione stabile con il partner dell’altro sesso.

Il narcisista cosiddetto patologico si differenzia da altre personalità problematiche per un’incapacità congenita ad avere relazioni quotidiane stabili: in particolare, fallisce e si “rivela” nelle relazioni sentimentali.

La ricerca psicologica rileva che siamo stranamente attratti dal narcisista, gli stessi psicologi sono affascinati dai narcisisti, diventati oggetto di studi e analisi, sia da un punto di vista diretto che indiretto attraverso le loro “vittime”.

Fondamentalmente perché piacciono tanto le persone narcisiste?
I narcisisti sono inizialmente più apprezzati dagli altri, rispetto ai non-narcisisti perché tendenzialmente sanno usare in maniera suggestiva le espressioni del viso, hanno un tono di voce che ispira fiducia, indossano vestiti più alla moda, un taglio di capelli cool, sono più divertenti e ironici.
Generalmente le loro caratteristiche più inside di primo impatto vengono apprezzate scambiandole con autorità: leadership-autorità, ammirazione di se stessi-egocentrismo, arroganza- superiorità e tendenza allo sfruttamento.

Nelle relazioni amorose poi sono davvero impareggiabili, all’inizio fanno sentire la loro “preda” desiderata, amata, la numero uno, una priorità assoluta. Fanno vivere momenti magici e unici, si perde ogni briciola di razionalità lasciandosi trasportare dal loro entusiasmo. E’ però un periodo di breve durata e si passa alla seconda fase, in cui inspiegabilmente il loro comportamento tramuta e la “vittima” viene costantemente sminuita, denigrata, messa da parte, dimenticata.
Il baratro si è aperto! Completamente spaesata, confusa e continuamente in dubbio di essere la colpevole di tale atteggiamento la “vittima” viene catapultata in un vero inferno da cui non riesce a liberarsi.

Tenete in considerazione che spesso i narcisisti riescono a camuffare la loro natura.
Un narcisista “mascherato” potrebbe non mostrare tutti i comportamenti tipici, è più difficile da individuare, e possono volerci anni.

Come riconoscerli?
Se noti alcuni o parte di questi atteggiamenti e comportamenti in una persona che conosci, probabilmente hai a che fare con una persona che soffre – e fa soffrire gli altri – con un narcisismo “camuffato” o patologico.

  • La persona è passivo-aggressiva
  • Critica e giudica ai margini o platealmente
  • È condiscendente e superiore
  • Si sente minacciato dall’onestà e dalla franchezza
  • Oscilla tra idealizzazione e svalutazione di sé stessi e degli altri
  • Nega e rifiuta i sentimenti degli altri
  • Coltiva un’immagine pubblica molto diversa dal suo comportamento privato
  • Non si identifica mai con l’altro
  • È cinico e sarcastico
  • Avanza richieste irragionevoli
  • A volte trasforma i problemi in drammi
  • Insinua il senso di colpa
  • Sfrutta e/o attacca le vulnerabilità di altri
  • Risponde alle domande con critiche
  • Flirta con il sesso opposto
  • Si inventa o esagera situazioni
  • Usa la manipolazione psicologica
  • Evita l’introspezione e manca di consapevolezza di sé
  • Non utilizza mai l’intuizione
  • Nega la propria rabbia
  • Si concentra sull’iniquità
  • È invidioso e vendicativo
  • Ama essere al centro dell’attenzione non necessariamente sotto ai riflettori
  • Alimenta e si porta dietro rancore
  • Ha bisogno di conferme costanti
  • È disattenta o infastidita quando gli altri parlano
  • Odia perdere
  • Non risolve i problemi degli altri
  • Adora lusingare per ottenere il favore
  • Mostra la sua rabbia e disprezzo in privato
  • Resiste al processo decisionale
  • Non si scusa mai sinceramente
  • Evita la responsabilità diretta
  • Manca totalmente di empatia emotiva
  • Si concentra sull’aspetto piuttosto che sulla sostanza
  • Si tuffa nella (falsa) intimità
  • Mostra una falsa umiltà
  • È incline alla paranoia e alle teorie cospirative
  • Va oltre i confini e i codici di condotta
  • Si sente al di sopra delle regole
  • Usa la colpa e la vergogna per controllare e punire
  • Si aspetta di essere “venerato”

Riconoscere il narcisista “mascherato” o patologico nella tua vita è il primo passo per superare i tuoi cicli autodistruttivi di confusione, senso di colpa, rabbia, trauma emotivo e fisico.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.