Cos'è il coraggio
Blog Coaching

Cos’è il coraggio?

Termine che da adito a fraintendimenti e di cui esistono molto definizioni

Ne cito 3:

Il coraggio (dal latino coratĭcum o anche cor habeo, aggettivo derivante dalla parola composta cŏr, cŏrdis ’cuore’ e dal verbo habere ’avere’: avere cuore) è la virtù umana, spesso indicata anche come fortitudo o fortezza, che fa sì che chi ne è dotato non si sbigottisca di fronte ai pericoli, affronti con serenità i rischi, non si abbatta per dolori fisici o morali e, più in generale, affronti a viso aperto la sofferenza, il pericolo, l’incertezza e l’intimidazione (Wikipedia)

1.Forza d’animo nel sopportare con serenità e rassegnazione dolori fisic 2. Sfacciataggine, impudenza: o morali, nell’affrontare con decisione un pericolo, nel dire o fare cosa che importi rischio o sacrificio 3. ant. Cuore, e anche intelletto, pensiero (Treccani)

La capacità di controllare la tua paura in una situazione pericolosa e difficile – essere abbastanza coraggioso e sicuro di sé da fare ciò in cui credi (Cambridge Dictionary)

Personalmente mi piace definire il coraggio così: lo stato o la qualità della mente e dello spirito che consentono di affrontare le paure (dettate da vicissitudini o stati d’animo)  con consapevolezza e fiducia in sé stessi mantenendosi risoluti.
Quindi: riuscire ad affrontare nonostante la paura.

Erroneamente associamo il coraggio a situazioni definite oggettivamente difficili da affrontare (malattia, incidente, perdita del lavoro, ecc..) non valutando invece che ci sono circostanze estremamente personali che richiedono a volte anche più coraggio.

Per esempio:

  • essere onesti con se stessi
  • avere fiducia in se stessi
  • chiedere aiuto
  • perdonare qualcuno che ci ha ferito
  • chiedere scusa a qualcuno che abbiamo ferito
  • creare confini personali
  • iniziare qualcosa di nuovo
  • aprirsi ad un nuovo amore
  • imparare a dire quei SI e quei No che sentiamo dentro di noi

Il coraggio lo applichiamo quotidianamente ed è importante anche distinguere su quali e quanti piani possiamo applicarlo.

Fisico:
fare quotidianamente del nostro meglio nella cura del nostro corpo prestando attenzione all’alimentazione, al movimento e alla cura del corpo

Sociale:
essere noi stessi senza riserve, prendendo le distanze da limiti e convezioni che non ci appartengono

Morale:
scegliere sempre l’azione assecondando la nostra scala di valori, anche quando può essere impopolare

Emozionale:
ascoltare e rispettare le nostre emozioni senza sensi di colpa o giudizio, nostro o altrui

Intellettuale:
mantenere una mente aperta e allenata con curiosità e apprendimento costante

Spirituale:
trovare e seguire la nostra missione di vita

Come puoi allenare il coraggio?
Per prima cosa devi porti 3 domande:

  1. Di cosa ho effettivamente paura?
  2. È la cosa giusta di cui aver paura?
  3. Il livello della mia paura è giustamente rapportato alla situazione?

Il coraggio ci dà la forza di valutare e smembrare la risposta emotiva (paura) e agire razionalmente nel modo più giusto per noi.

“Il successo non è mai definitivo, il fallimento non è mai fatale; è il coraggio di continuare che conta.”


SIR WINSTON CHURCHILl

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.