Blog Coppia

Decidere di convivere

Come affrontarlo tra eccitazione e ansia

Trasferirsi insieme è un passo molto eccitante, ma può anche provocare ansia e porti di fronte a delle difficoltà pratiche, a volte, può comportare ostacoli inaspettati, dalla condivisione dello spazio alla sincronizzazione dei programmi.
Questo avviene sia che siate una giovane coppia alla prima esperienza di convivenza sia che siate in una nuova relazione con figli.

Trasferirsi con il partner è una grande transizione di vita.

La prima raccomandazione è quella di essere gentile e compassionevole con te stesso e con il tuo partner.
Come con molti altri aspetti di una relazione, la comunicazione è la chiave!

Quindi, come affrontiamo questo snervante passo?

1 Motivazione:

Tu e il tuo partner dovete assicurarvi di essere sulla stesso piano quando si tratta del motivo per cui vi trasferite insieme. Potresti presumere che entrambi abbiate le stesse motivazioni, ma se in seguito si scopre che una persona considera la mossa un passo definitivo (“per sempre felici e contenti”) e l’altra lo sta facendo per comodità, questo potrebbe causare problemi lungo la strada. E se entrambi volete trasferirvi insieme solo per risparmiare denaro sul vostro affitto, probabilmente dovreste rivalutare se è la scelta giusta in questo momento.

2  Non nascondere chi sei

Non fingere di goderti le cose che non ti piacciono o evitare di esprimere sentimenti che sono importanti per te. Lo stress di farlo si svilupperà causando tensione nella tua relazione.
È quindi imperativo che tu sia te stesso.

3 Nuovo spazio

Se puoi: Inizia da zero-
La ricerca di una nuova casa darà a entrambi una posizione di equità e una carica positiva.  
Comprensibilmente questo non è sempre possibile, quindi si è costretti al piano B: fare spazio l’uno per l’altro.  In questo caso dovrete pensare di apportare modifiche alla casa “prescelta”, come ritinteggiatura o invertire l’uso delle stanze. Consenti al tuo partner di portare alcuni dei suoi mobili, soprammobili e stoviglie. Il vostro scopo sarà quello di “fondere” le rispettive esigenze ma anche le rispettive case.
Prendete insieme le grandi decisioni, acquisto mobili, scegliere quadri o dipingere una stanza. Dovete fare squadra!
Ma lascia andare le piccole cose, per esempio se il tuo partner compra un cuscino che pensi sia brutto, sorridi e ringrazia.
Vivere insieme di solito significa tollerare alcune piccole cose che non avresti scelto tu stesso.

4 Ruoli

E’ basilare discutere la praticità e la pratica della divisione delle faccende domestiche o dei ruoli specifici che entrambe le parti hanno nella famiglia. Soprattutto se la nuova dimensione comprende i figli reciproci.
Avere, prima, una conversazione sulle esigenze della famiglia e su chi si occupa di cucinare, fare la spesa, pulizie, ecc… E’ importante tenere in considerazione i livelli di comfort di entrambi rispetto ai diversi compiti.

5 Collaborazione

Trasferirsi insieme al proprio partner non significa solo condividere uno spazio come coinquilini.
Significa anche dedicare tempo e sforzi per lavorare insieme e costruire lo spazio.
Fidarsi dei pensieri del tuo partner e convalidare la sua opinione può essere utile per lavorare insieme come coppia.
Significa concentrarsi meno su se stessi e su ciò che si desidera in una casa, spostando l’attenzione su ciò che funziona per entrambi.

6  Intenzionalità

Mettere un po’ di intento verso il tempo che trascorri con il tuo partner ti dà la consapevolezza dell’altro.
Da un lato vivere insieme ti dà momenti di unione che altrimenti non avresti, immagina di preparare il caffè insieme al mattino o raccontare della tua giornata mentre ti prepari per andare a letto: questi momenti possono essere parti meravigliose della tua relazione.
Ma d’altra parte, stare l’uno con l’altro tutto il tempo può farti confondere il tempo di vita casuale (ad esempio seduto sul divano mentre uno di voi guarda la TV e l’altro scorre Instagram) per tempo di qualità, cioè tempo in cui sei attivamente e intenzionalmente impegnato verso il tuo partner.
Il tempo di vita casuale è meraviglioso ed eccitante, ma i problemi possono sorgere quando questo diventa l’unico tipo di tempo che trascorrete insieme.
Per assicurarti di avere ancora del tempo di qualità insieme considera di costruire un’abitudine tutta vostra, pianifica una routine settimanale, anche se è solo una passeggiata del fine settimana nel tuo quartiere o un aperitivo insieme, proprio come se fosse un appuntamento.

7 Pianifica le spese

Non esiste un modo giusto per gestire le spese come coppia convivente finché funziona per entrambi. Ci sono una vasta gamma di accordi finanziari che possono creare una partnership positiva.
Ma esiste un modo sbagliato di affrontare questo tema: non pianificarle affatto! Anche se potrebbe sembrare sorprendente, è comune per le coppie evitare di discutere su come gestiranno il pagamento dell’affitto e altre spese domestiche.
Dopotutto, parlare di soldi può essere imbarazzante e vivere insieme riunisce le tue finanze in un modo nuovo e unico. Per anticipare questo problema basta semplicemente parlarne prima.

8 Comunicazione aperta

Quando iniziamo a vivere l’uno con l’altro come coppia, è probabile che inizieremmo a notare anche piccole abitudini che non sapevamo che l’altro avesse. È importante affrontare queste cose che potrebbero infastidirti prima che il problema si verifichi. Comunicazione aperta e vulnerabilità significa essere in grado di parlare di ciò che notiamo, valutare il perché potrebbe essere un problema e riuscire a comunicarlo senza ritardo.
È risaputo che anche le coppie più felici a volte litigano. Ma la differenza fondamentale tra una discussione sana e una distruttiva è tutta una questione di comunicazione.
Quando si tratta di esprimere le tue preoccupazioni suggerisco il classico: “Mi sento … quando tu … e poi condividi la tua osservazione”
Suggerisco anche di utilizzare capacità di ascolto riflessivo in modo da non interrompere il tuo partner quando sta parlando, ripetere ciò che hai sentito in modo che il tuo partner può confermarti o dirti se hai frainteso, così da chiarirvi definitivamente.
Dobbiamo allontanarci dall’idea che dobbiamo avere ragione. Molte volte le battaglie nelle nostre relazioni sono lotte di potere e le buone domande da porsi sono: “Per cosa sto combattendo in questo momento? C’è un compromesso? L’accettazione sarebbe un posto migliore verso cui muoversi?'”

9 Pianifica l’ora “Io” e l’ora “Noi”

Solo perché ora vivete insieme non significa che non hai bisogno di tempo da solo o di una serata fuori. Rendi sia il tempo “Io” che “Noi” una priorità.
Aiuta il tuo partner a sentirsi a proprio agio nel trascorrere del tempo con altri amici, ma assicurati anche di programmare serate di appuntamenti in cui uscite insieme. Entrambe le sfaccettature sono fondamentali e se ne trascuri una, la relazione potrebbe diventare tesa.

Ricorda:
andare a convivere significa che non state più vivendo fianco a fianco; significa che state iniziando a “costruire” una casa e la vita insieme.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.