Blog Sessualità

Hai abbastanza piacere nella tua vita?

Piacere.
Cosa ti viene in mente quando dico questa parola?
Ancora oggi è quasi un tabù!

Parliamo spesso di salute, di benessere e di successo, ma non parliamo abbastanza del piacere.
E per piacere, in questo caso, intendo proprio tutto ciò che gira intorno alla nostra sessualità

Purtroppo l’educazione familiare e sociale a cui siamo stati sottoposti incide nettamente sulla ricerca del piacere, ma anche a che fare con il rapporto con il nostro corpo. Da bambini, se mai fossimo stati svergognati o sentiti insicuri nel nostro corpo, anche solo una volta, potremmo aver iniziato un modello protettivo di disconnessione dal nostro corpo fisico e dalla nostra sessualità.
A questo si aggiunge una quotidianità intensa che assorbe la maggior parte delle nostre energie.
Senza contare che siamo sottoposti ad un confronto costante di immagini e modelli.
Invece di amare e apprezzare il nostro corpo in modo tale da provare piacere abitarlo, lo giudichiamo costantemente: criticandolo, riducendolo alla fame con diete, lo puniamo e lavoriamo duramente per modificarlo.
Non essere connessi al nostro corpo fisico con amore  è alla radice di molti problemi come la depressione, disturbi alimentari o semplicemente il ricercare piacere per noi stessi.

Cosa crea piacere?

Sebbene abbastanza semplice, il piacere è fatto di una varietà di componenti, i 3 più importanti sono:

pensieri
sensazioni
emozioni

A volte i pensieri, specialmente i pensieri restrittivi o distrattivi, tendono a dominare i nostri incontri intimi che possono impedirci di sperimentare davvero cosa è necessario per creare il piacere che cerchiamo.

Ma ancora prima, il piacere dipende dalla nostra capacità di ricevere.

Sperimentiamo il vero piacere quando siamo in uno stato di ricettività.
Per ricevere bisogna prestare attenzione ai dettagli, quindi essere consapevoli.
Quando la nostra consapevolezza è sulle sensazioni fisiche diventiamo di nuovo vivi.
Ecco perché quando facciamo sesso, più notiamo il nostro corpo, più siamo in grado di ricevere e divertirci.

Per fare questo, dobbiamo prima attivarci su altro!

I seguenti suggerimenti si basano sulle pratiche che uso con i miei clienti per aiutarli a interagire di più con il loro piacere sessuale, aiutano a ridurre al minimo i pensieri distrattivi che li bloccano, massimizzando al contempo le loro emozioni e sensazioni per accedere alla soddisfazione erotica che cercano.

1. Permesso
Uno dei più grandi inibitori del piacere è il permesso.
Non sto parlando del permesso dei nostri partner, genitori o amici, mi riferisco al permesso della persona più in grado di concederci l’opportunità di esplorare il sesso: noi stessi.
Permesso significa lasciarci incuriosire dal sesso, dal nostro corpo, dai nostri pensieri e dalle nostre sensazioni, senza giudizio.

2. Vuoto
Una delle cose che ci trattiene dal provare piacere è una mente che salta e corre tra pensieri e ragionamenti, creando difficoltà a rimanere concentrati.
E’ fondamentale concentrarsi sulle sensazioni che ci rimanda il corpo, piuttosto che sui pensieri.
Quando stiamo praticando sesso la nostra mente deve essere vuota, esistiamo solo noi e il nostro partner eventuale.

3. Tatto
Il tatto è uno strumento umano fondamentale di comunicazione, ma non tutti siamo fiduciosi nel dare o ricevere attraverso esso.

Prova questo esercizio:
• Chiudi gli occhi e porta la tua attenzione sulle mani.
• Porta gradualmente la consapevolezza ai palmi delle mani e respira profondamente tre volte.
Potresti notare una sensazione di formicolio nelle tue mani mentre lo fai.
• Alza una mano molto vicino al viso senza toccarlo.
Senti il calore che si irradia dal centro della mano contro il tuo viso.
• Posiziona la mano solo sulla guancia, delicatamente.
Prima il palmo, poi le dita.
Aggiungi pressione, non troppo, giusto un tocco leggero.
Nota come il tuo viso risponde a contatto con la tua mano calda.
• Ripeti su altre parti del corpo notando come risponde ogni parte.

4. Vista
Molti di noi non si prendono il tempo di guardare davvero il proprio corpo.
Per molti è difficile, davvero difficile, se sei una di queste persone potresti voler saltare questa parte.
Prenditi solo del tempo per leggere e poi decidi se provarci.

• Posizionati  in piedi nudo davanti ad uno specchio e sposta lo sguardo scrutandoti attentamente.
• Prima la faccia. Nota le caratteristiche, le labbra, gli occhi, i capelli.
• Quando sei pronto guarda il tuo corpo, con calma, soffermati a notare ogni parte.
• Mentre ti concentri su ogni parte, nota le sensazioni e le emozioni che arrivano.
Vivile senza giudicare, e continua a respirare.
• Con un piccolo specchio guardati i genitali. Per molti di noi sono la parte più sensibile del corpo
• Se ti senti pronto posiziona il palmo caldo sui genitali e sperimenta varia pressione.
Quali parti sono più reattive al tatto?
Guardati allo specchio e guarda come i tuoi genitali rispondono al tatto.

5. Priorità
Dare la priorità al sesso non deve nemmeno coinvolgere un’altra persona.
Semplicemente riconoscendo in noi stessi che il sesso è qualcosa di cui vorremmo saperne di più siamo sulla strada per apportare i cambiamenti fondamentali che ci trattengono dall’essere le persone abbondanti e sensualmente fiduciose che desideriamo essere.

Il mio incoraggiamento è di riconnetterti al tuo corpo.
Reclama la tua sessualità.
Vai a cercare e prova più piacere.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.