Blog Coppia

Le 5 fasi di una relazione

Con gli anni ti rendi conto che innamorarsi è la parte facile.
È rimanere in una relazione che può essere piuttosto impegnativo.

Mentre ogni relazione è unica a modo suo, ci sono in linea generale 5 fasi che ogni coppia attraversa.
Non importa come vi siete incontrati o quali sono i vostri obiettivi, nella relazione attraverserete ciascuna di queste fasi.
E il modo in cui le gestisci definirà la forma – o la fine – della tua relazione.

Siamo portati a pensare che tutte le relazioni progrediscano in modo affidabile dall’incontro iniziale verso un’infatuazione vertiginosa, attraversando una serie di piccole prove e tribolazioni, per arrivare ad uno stato di beatitudine con “e vissero felici e contenti“.
È una fantasiosa narrazione che vediamo costantemente nei film, in TV, nei libri e nella musica.
In realtà, l’amore è un viaggio senza una destinazione finale.
Non dovremmo aspettarci che ad un certo punto della nostra relazione, guarderemo indietro agli ostacoli che abbiamo superato dicendo:
Bene, questo è tutto! Siamo arrivati! Ce l’abbiamo fatta!”
Perché al di là di ovunque tu sia ora, un altro ostacolo ti aspetta.
In altre parole, le fasi di una relazione non sono lineari ma cicliche.
Anche le persone che raggiungono la quinta e ultima fase di una relazione alla fine potrebbero trovarsi a tornare alla fase 1 per ricominciare tutto da capo.
Ma possono sempre trovare la strada del ritorno.
Comprendere queste fasi mentre accadono può aiutarti a navigare meglio verso una partnership duratura e amorevole.
Pensa a queste fasi non come trampolini di lancio verso un risultato finale, ma piuttosto come una serie di stagioni che attraversiamo.

Ecco le 5 fasi di una relazione (come identificato dalla dottoressa Susan Campbell durante uno studio su centinaia di coppie):

  1. L’idillio
  2. Le lotte di potere
  3. La stabilità
  4. L’impegno
  5. Co-creazione

1 Idillio

Nella prima fase di una relazione, sei in completa euforia.
Ti stai innamorando e niente può andare storto, tutto è perfetto!
Quando si è attratti da qualcuno vengono rilasciati nel cervello forti livelli di dopamina, noradrenalina e persino ossitocina. Queste sostanze chimiche ti rendono vertiginoso ed euforico.
La tua perdita di appetito? E l’insonnia? Fanno parte degli effetti collaterali di questo cocktail chimico. Non c’è niente di più esaltante che conoscere qualcuno e scoprire ogni piccola cosa che lo riguardi. Vedrai l’altra persona nella luce migliore, dovresti cercare di ricordartelo. Ricorda le piccole cose che ti hanno fatto innamorare del tuo partner.
Ma in questo frangete sei anche portato a mostrare la parte migliore di te. Tanto che potresti ritrovarti a non essere fedele a chi sei. Ricorda: sii te stesso.
Questa fase può durare da un paio di mesi a 2 anni.

2 Lotte di potere

La seconda fase di una relazione è il dubbio e la negazione, in cui finalmente iniziamo a notare effettivamente le differenze tra noi e il nostro partner.
Ci svegliamo dalla trance dell’infatuazione con un tonfo, scoprendo che le stesse qualità che una volta sembravano così perfette hanno iniziato a infastidirci.
E sfortunatamente, l’attrito è naturale una volta che ci scontriamo con le reciproche differenze.
Le lotte di potere aumentano e ci meravigliamo del cambiamento nel nostro partner. I sentimenti d’amore si mescolano con l’alienazione e l’irritazione.
Forse non siamo “perfetti” l’uno per l’altro?

Man mano che la nostra delusione aumenta, aumentano anche le nostre risposte biologiche allo stress.
A seconda della nostra personalità e delle circostanze, potremmo voler combattere o ritirarci. A questo punto, le capacità di gestione dei conflitti sono essenziali! Impara come ridurre i conflitti e affrontare i problemi relazionali a testa alta con cura e rispetto. Ricorda che le lotte di potere e le discussioni sono parti normali di una relazione, non sono necessariamente un segno che l’amore sta finendo o che la relazione non funziona.
Dovrai imparare a identificare la differenza tra disaccordo sano e comportamenti tossici, tra cui: ricatto morale e pratico, critica distruttiva e persistente, colpevolizzazione, ultimatum, manipolazione, ripicca, riversare sull’altro la delusione che si sta vivendo.
Poiché questa è la fase in cui stai iniziando a riconoscere le tue differenze, questa seconda fase è il momento perfetto per imparare le tue lingue d’amore.
Potrebbe sembrare difficile, ma se riuscite a superarla, tutto ciò che accade in questa fase vi renderà più forte come coppia. 

Questo è il momento perfetto per interiorizzare. Come state reagendo alla situazione? E la reazione del tuo partner è qualcosa a cui puoi rispondere bene?
Le cose potrebbero non andare sempre lisce, ma se entrambi avete gli strumenti di comunicazione per uscirne indenni, allora la vostra relazione è fatta per durare.
Se invece ti ritrovi a non essere disposto a scendere a compromessi o ad accettare i difetti del tuo partner, allora questa potrebbe essere il momento giusto per chiudere.
Non c’è vergogna, anzi, in effetti, farete un favore a entrambi dandovi la possibilità di trovare i partner giusti per voi.
La fase di lotta per il potere può durare da pochi mesi a molti anni.

Quanto dura per voi dipenderà da 3 fattori:

  1. disponibilità ad abbracciare il cambiamento
  2. storia dell’infanzia
  3. la disponibilità ad affidarti ad aiuto esterno per risolvere i conflitti

Senza le capacità di navigare nella fase di lotta di potere e risolvere le differenze, continuerai a tornare a questa fase dolorosa più e più volte durante la relazione.

3 Stabilità

Quindi hai superato la fase di crisi. Wow!

Il bisogno soddisfatto in questa fase è la libertà e la scelta.
Ora siete consapevoli del mondo personale dell’altro invece che solo del vostro e le differenze sono accettate. Vengono determinati confini chiari.

Questo è un tempo di riposo, la guerra è finita ed è ora di rilassarsi.
Tiri un sospiro di sollievo.
Il pericolo in questa fase è che la coppia possa iniziare ad allontanarsi mentre ognuno vive la propria realtà.
C’è la consapevolezza che i percorsi reciproci nella vita possono essere diversi ma insinuarsi una sensazione di noia, un senso di non essere connessi e di non avere nulla in comune.
L’attenzione è rivolta al presente e non al futuro, ricorda che tutta la crescita richiede cambiamenti e uscire dalla zona di comfort.
E’ necessario spostare il punto di vista: continuare a crescere insieme creando consapevolmente nuove esperienze condivise.

4 Impegno

Si sceglie di stare insieme.
Anche quando il gioco si fa duro.
Anche quando a volte potrebbe essere difficile.

Riconosci che il tuo partner è una persona completamente diversa con il proprio insieme di difetti, sogni, obiettivi, desideri e bisogni.
Questo è ciò che riguarda la fase di impegno: si tratta di decidere consapevolmente che questa persona è quella giusta per te, dove senti veramente di appartenere a questa persona.
Questo di solito è quando le coppie fanno enormi passi avanti nell’impegnarsi l’una con l’altra. Perché non avete bisogno l’uno dell’altro, ma scegliete di stare l’uno con l’altro.
Inizi a sperimentare un bellissimo equilibrio di amore, appartenenza, divertimento, potere e libertà.
La trappola in questa fase è pensare che tutto il tuo lavoro insieme sia finito.
Mentre questo può essere in qualche modo vero a livello individuale, il tuo lavoro nel mondo come coppia è solo all’inizio.
Un’altra trappola è diventare pigri nel mantenere la tua connessione emotiva.
Oppure, passare così tanto tempo insieme che sacrifichi i tuoi obiettivi personali.

Sai qual è l’aspetto folle di questa fase?
Che è la fase della relazione in cui si è effettivamente pronti a sposarsi od andare a convivere.
Mentre la maggior parte prende questa decisione nella fase romantica!
Assurdo ma vero!

5 Co-creazione

In questa fase siete due persone che hanno deciso di essere una squadra che si muove nel mondo.
L’equazione è tu + me = tu + me + noi all’interno del mondo.
Ti muovi oltre la relazione.
Hai imparato che l’amore non è infatuazione, l’amore non è potere, l’amore non è stabilità e l’amore non è impegno.
E’  la fase in cui si progetta, si genera, si costruisce insieme.
Tutto il sudore, il duro lavoro, il sangue e le lacrime vi hanno portato qui. Vi scoprite squadra.
La tua relazione non è più il centro del tuo mondo, riesci ad uscire dalla tua relazione e crei qualcosa di bello.

Il pericolo in questa fase è il coinvolgimento con il mondo esterno e la trascuratezza delle relazioni.
La relazione deve essere continuamente coltivata lungo il percorso, ci deve essere tempo per voi, per me, per noi e per loro.
Questo a volte è difficile e bisogna fare delle scelte.

Le relazioni non sono sempre facili.
In effetti, ci vuole molto lavoro per coltivarle.
Ma è così che l’amore cresce e dura.
Quindi, in quale fase sei ora? E come ti assicuri di poter passare alla fase sucessiva?

Per sperimentare il vero contatto con una persona, dovete entrare insieme nel regno dell’incertezza

Susan M. Campbell

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.