Blog Coaching

La Felicità

Un argomento talmente vasto che potremmo argomentare all’infinito.
Partiamo subito con la definizione accademica:

Stato d’animo di chi è sereno, non turbato da dolori o preoccupazioni e gode di questo suo stato.
Treccani

Ovviamente, La felicità è qualcosa che tutti cerchiamo ostinatamente, ma ciò che definiamo come tale può variare da una persona all’altra.

Aristotele suggeriva che la felicità è l’unico desiderio umano, e tutti gli altri desideri esistono come un modo per ottenere la felicità. Ma soprattutto è’ il fine a cui ci fanno arrivare tutte e solo le azioni virtuose. Quindi attraverso azioni individuali e/o collettive che possano portare arricchimento e risultati positivi.

Ma possiamo spostare il punto di vista immergendoci nel nostro IO e vedere che la felicità si trova nel profondo di noi, nel cuore stesso del nostro essere. La felicità non esiste in nessun oggetto esterno, ma solo in noi, che siamo la coscienza che sperimenta la felicità. Anche se sembriamo trarre felicità da oggetti o esperienze esterne, la felicità di cui godiamo in realtà sorge da dentro di noi.
Qualunque sia il tumulto in cui si trova la nostra mente, al centro del nostro essere esiste sempre uno stato di perfetta pace e gioia, come la calma nell’occhio del ciclone. Il desiderio e la paura agitano la nostra mente e oscurano così la visione della felicità che esiste sempre al suo interno. Quando un desiderio viene soddisfatto, o la causa di una paura viene rimossa, l’agitazione superficiale della nostra mente si placa, e in quella calma temporanea la nostra mente gode di un assaggio della propria felicità innata.

Veniamo ad un approccio più razionale.
In psicologia il termine felicità è spesso sostituito con un più generico “benessere soggettivo”, di cui due componenti ne sono la chiave:
L’equilibrio delle emozioni: tutti sperimentano emozioni, sentimenti e stati d’animo sia positivi che negativi. La felicità è generalmente legata all’esperienza di sentimenti più positivi di quelli negativi.
Soddisfazione della vita: in riferimento a quanto ti senti soddisfatto rispetto a diverse aree della tua vita, comprese le tue relazioni, il lavoro, obbiettivi raggiunti e altre cose che consideri importanti.

Ti ho appena riportato 3 punti di vista diversi, 3 modi diversi di spiegare la felicità…e ne esistono altri.
Tu quale dei 3 abbracci?
Ma mentre la percezione della felicità può essere diversa da una persona all’altra, ci sono alcuni segnali chiave universali che gli psicologi cercano quando misurano e valutano la felicità.

Alcuni di questi segnali sono:

  • Sentirsi come se stessi vivendo la vita che volevi
  • Seguire il “flusso” e la volontà di prendere la vita come viene
  • Valutare le condizioni della tua vita come buone
  • Godere di relazioni positive e sane con altre persone
  • Sentire di aver realizzato (o realizzerai) ciò che vuoi nella vita
  • Sentirsi soddisfatti della propria vita
  • Sentirsi positivi più che negativi
  • Essere aperti a nuove idee ed esperienze
  • Praticare la cura di sé e trattarsi con gentilezza e compassione
  • Provare gratitudine
  • Sentire che stai vivendo la vita con un senso di significato e scopo
  • Voler condividere la tua felicità e gioia con gli altri

Passettino ulteriore, con la parola felicità includiamo in modo naturale una serie di altri stati positivi:

  • Gioia: Una sensazione spesso relativamente breve che si prova nel momento presente
  • Eccitazione: Una sensazione felice che implica guardare avanti a qualcosa con anticipazione positiva
  • Gratitudine: Un’emozione positiva che implica essere grati e riconoscenti
  • Orgoglio: Una sensazione di soddisfazione in qualcosa che hai realizzato
  • Ottimismo: Questo è un modo di guardare alla vita con una prospettiva positiva e ottimista
  • Contentezza: Questo tipo di felicità comporta un senso di soddisfazione

Ma perché la felicità è così importante?
Sentirsi generalmente felici porta risultati positivi in molte diverse aree della vita, tra cui il benessere mentale, la salute fisica e la longevità complessiva.

Ma ci sono molte motivazioni per cui cercare questa dimensione di vita:

1 Le emozioni positive aumentano la soddisfazione generalizzata
La felicità aiuta le persone a costruire la capacità di affrontare i problemi, gestire lo stress e le proprie emozioni
Uno studio ha scoperto che le persone che hanno provato più emozioni positive di quelle negative avevano una longevità superiore di 13 anni

2 I sentimenti positivi aumentano la resilienza
La resilienza aiuta le persone a gestire meglio lo stress e a riprendersi meglio di fronte alle battute d’arresto.

3 Cortisolo più basso
Uno studio ha scoperto che le persone più felici tendono ad avere livelli più bassi dell’ormone dello stress cortisolo e che questi benefici tendono a persistere nel tempo.

4 Stile di vita più sano
Le persone che riferiscono di avere uno stato positivo di benessere hanno maggiori probabilità di impegnarsi in comportamenti sani come mangiare più frutta e verdura e meno grassi, o impegnarsi in un regolare esercizio fisico.

5 Più salute
Essere felici può aiutarti ad ammalarti meno spesso. Gli stati mentali più felici sono legati ad una maggiore immunità.

Alcune persone sembrano avere una linea di base naturalmente più alta per la felicità: uno studio su larga scala su oltre 2.000 gemelli ha suggerito che circa il 50% della soddisfazione complessiva della vita era dovuta alla genetica, il 10% a eventi esterni e il 40% alle attività individuali.

A questo punto ti sarà sorta la domanda: come posso fare per essere felice?

Mentre potresti non essere in grado di controllare quale sia il tuo “livello base” di felicità, ci sono cose che puoi fare per rendere la tua vita più felice e appagante. Anche il più felice degli individui può sentirsi giù di tanto in tanto e la felicità è qualcosa che tutte le persone hanno bisogno di perseguire consapevolmente.

Azioni per coltivare la felicità

1 Coltiva relazioni forti

Il sostegno sociale è una parte essenziale del benessere. La ricerca ha scoperto che le buone relazioni sociali sono il più forte induttore di felicità. Avere connessioni positive e di supporto con le persone a cui tieni può fornire un cuscinetto contro lo stress, migliorare la tua salute e aiutarti a diventare una persona più felice.
Nell’Harvard Study of Adult Development, (uno studio longitudinale che ha esaminato i partecipanti per oltre 80 anni) i ricercatori hanno scoperto che le relazioni e il modo in cui le persone sono felici in quelle relazioni hanno un forte impatto sulla salute generale.
Quindi, se stai cercando di migliorare la tua felicità, coltivare solide connessioni sociali è un ottimo punto di partenza. Prendi in considerazione l’idea di approfondire le tue relazioni esistenti ed esplora i modi per fare nuove amicizie.

2 Fai esercizio fisico regolare

L’esercizio fisico fa bene sia al corpo che alla mente. L’attività fisica è legata a una serie di benefici fisici e psicologici tra cui il miglioramento dell’umore. Numerosi studi hanno dimostrato che l’esercizio fisico regolare può svolgere un ruolo nel prevenire i sintomi della depressione, ma i risutlati di tali studi suggeriscono che può anche aiutare a rendere le persone più felici.
Anche poco esercizio fisico produce una spinta alla felicità: le persone che erano fisicamente attive per un minimo di 10 minuti al giorno o che si allenavano solo una volta alla settimana avevano livelli più alti di felicità rispetto alle persone che non si esercitavano mai.

3 Mostra gratitudine

In uno studio a confronto, ai partecipanti è stato chiesto di impegnarsi in un esercizio di scrittura per 10-20 minuti ogni sera prima di andare a letto. Alcuni sono stati istruiti a scrivere di fastidi quotidiani, alcuni su eventi neutrali e alcuni su cose per cui erano grati. I risultati hanno scoperto che le persone che avevano scritto sulla gratitudine avevano aumentato le emozioni positive, aumentato la felicità soggettiva e migliorato la soddisfazione della vita.
Come suggeriscono gli autori dello studio, mantenere una lista di gratitudine è un modo relativamente facile, conveniente, semplice e piacevole per migliorare il tuo umore. Prova a mettere da parte qualche minuto ogni sera per scrivere o pensare a cose nella tua vita per le quali sei grato.

4 Prenditi cura di te

Sotto ogni aspetto. Quindi anche l’aspetto estetico, come cura della pelle e coltivare il proprio stile che deve essere unico e autentico. Le cure di bellezza aiutano a mantenere l’autostima salda, non solo per il risultato che ci rimanda lo specchio, ma perché ci stiamo dedicando del tempo, ci stiamo coccolando, ci stiamo accudendo. (Skin Care)

5 Pensa alla felicità non come un punto finale

La felicità non è un obiettivo che puoi semplicemente raggiungere e con cui puoi finire. È una ricerca costante che richiede un continuo nutrimento e sostentamento.

6 Goditi il momento

Gli studi hanno scoperto che le persone sono così concentrate sull’accumulo di cose che perdono traccia di godere effettivamente di ciò che stanno facendo.
Quindi, piuttosto che cadere nella trappola di accumulare insensatamente a scapito della tua felicità, concentrati sul godere di ciò che hai e assapora il processo per ottenerle.

7 Riformula i pensieri negativi

Quando ti ritrovi bloccato in una prospettiva pessimistica o sperimenti negatività, cerca modi in cui puoi riformulare i tuoi pensieri in un modo più positivo.
Le persone hanno un pregiudizio naturale di negatività, o una tendenza a prestare più attenzione alle cose cattive che alle cose buone. Questo può avere un impatto su tutto, dal modo in cui prendi decisioni a come formi le impressioni sugli altri. Sminuire il positivo è una distorsione cognitiva in cui le persone si concentrano sul negativo e ignorano il positivo, può anche contribuire a pensieri negativi.
Riformulare queste percezioni negative non significa ignorare il male. Invece, significa cercare di dare uno sguardo più equilibrato e realistico agli eventi. Ti permette di notare schemi nel tuo pensiero e quindi sfidare i pensieri negativi.

8 Trova un senso di scopo

La ricerca ha scoperto che le persone che sentono di avere uno scopo hanno un benessere migliore e si sentono più soddisfatte. Un senso di scopo implica vedere la tua vita come avente obiettivi, direzione e significato. Può aiutare a migliorare la felicità promuovendo comportamenti più sani.

Alcune cose che puoi fare per aiutarti a trovare un senso di scopo includono:

  • Esplora i tuoi interessi e le tue passioni
  • Impegnarsi in cause prosociali e altruistiche
  • Lavorare per affrontare le ingiustizie
  • Cerca nuove interessi su cui potresti voler saperne di più

Questo senso di scopo è influenzato da una varietà di fattori, ma è anche qualcosa che puoi coltivare. Si tratta di trovare un obiettivo a cui tieni profondamente che ti porterà a impegnarti in azioni produttive e positive per lavorare verso quell’obiettivo.

Una cosa importante da ricordare è che la felicità non è uno stato di costante euforia. Invece, la felicità è un senso generale nel provare più emozioni positive di quelle negative.

Tutti gli esseri umani vogliono essere felici; peraltro, per poter raggiungere una tale condizione, bisogna cominciare col capire che cosa si intende per felicità.
(Jean-Jacques Rousseau)

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.